“The future belongs to those who believe in the beauty of their dreams.”

Vivere la Vita


Carissime e carissimi, finalmente sono tornata!

Prima di scrivere qualsiasi cosa voglio ringraziare con tutto il cuore voi che mi leggete e che mi avete supportata tantissimo in questo periodo da "desaparecida" tramite i vostri commenti pubblici e messaggi privati! Lo dico ancora: aver creato un blog su questa piattaforma mi fa sentire a casa ogni volta e mi ha permesso di conoscere persone straordinarie che, anche non conoscendomi chissà quanto a fondo, riescono con le loro parole a darmi la motivazione di scrivere, la forza e la stima necessarie! Quindi, grazie di cuore! 💛

Con questo post voglio raccontare della mia scomparsa dal blog, proprio nel momento in cui avevo deciso che sarei stata più presente e costante nella pubblicazione dei post. Ebbene, penso che sia all'incirca un mese nel quale mi trovo in una frenesia mai provata prima - mai prolungata per così tanto tempo almeno - relativa al mio futuro e quindi alla mia vita. Ecco il titolo del post di oggi: Vivere la Vita.

In questi giorni di corse e di tentativi per assicurarsi un buon futuro e delle buone opportunità, mi sono resa conto che moltissime persone vivono (o meglio, non vivono) tutta la loro esistenza correndo da una parte all'altra, saltando di qua e di là senza mai un attimo di respiro, un attimo di sollievo. Penso che sia qualcosa di orribile. Certo, gli impegni di ognuno di noi sono tanti e non c'è mai il tempo di fermarsi un attimo (altrimenti che fai, vai tu al lavoro al posto mio?! direbbe qualcuno) ma..a volte è davvero troppo. Una delle più belle capacità dell'essere umano è quella di adattarsi trovando il proprio posto nel mondo, costruendo le proprie abitudini e creando una specie di routine nella quale sopravvivere per non soccombere sotto la pesantezza della corsa, della frenesia quotidiana. Inquietante.

In questo mese che è passato anche io sono stata sommersa dal tutto, dall'immenso. Facevo piani nella mia testa, dicevo che un momento l'avrei avuto per rispondere ai quei messaggi sul telefono, a quei commenti sul blog..ma puntualmente arrivavo a sera che ero talmente stanca che potevo solo lanciarmi nel letto e addormentarmi nel giro di tre secondi.

A un certo punto mi sembrava di non essere più me stessa. Oltre al fatto che sentivo un bisogno impellente di sedermi alla mia scrivania - cosa che non ho fatto per diversi, interminabili giorni. Davvero, improvvisamente mi sono accorta che non stavo neanche più ascoltando i miei pensieri, le mie esigenze, da tanto che ero avviluppata in quel vortice di vita quotidiana.

E insomma, i giorni sono passati, un mese è passato! 
Finalmente ho detto STOP e sto ora cercando di ricostruirmi da capo.

A volte alcune situazioni sono inevitabili, ma questa esperienza mi ha permesso di capire quanto importante è il dono del tempo. Tempo che siamo liberi di impiegare nel modo migliore per noi. Una specie di magia insomma.

In questo mese passato ho sperimentato, insieme alla corsa contro il tempo, il peso dello stress. Certo, poiché essendo esseri umani con una certa sensibilità non possiamo di certo fare finta che tutte le cose ci scivolino addosso rimanendo del tutto impassibili! E allora niente, l'accoppiata vincente della gente di tutti i giorni: la corsa all'oro punteggiata di stress. Risultato: esseri umani nevrotici e stanchi.

Con questo articolo quindi voglio dirvi solo questo. Ora ho capito che la vita può essere vissuta in modi molto diversi, e tutto dipende da noi e solamente da noi. Certo, ci sono più o meno opportunità e problemi da risolvere (ne so qualcosa, fidatevi), e spesso bisogna anche tirarsi su le maniche perché nessuno è disposto a darci una mano (e magari coloro che pensavamo ci sarebbero stati accanto hanno fatto finta di niente e sono scappati via a gambe levate oppure hanno contribuito ad aumentare la mole dei nostri problemi), ma l'importante è andare sempre verso la direzione che ci siamo imposti, verso lo stato d'animo che desideriamo. Non importa se non abbiamo grandi ambizioni o se non sappiamo cosa vogliamo fare di preciso, la cosa fondamentale è quella di rimanere fedeli a sé stessi, comprendendosi sempre, ascoltandosi e non facendosi acchiappare dal vortice della normale quotidianità.

Detto questo, datemi un bel bentornato nel blog! Da oggi si ricomincia a scrivere!
A voi lettrici e lettori sempre presenti, vanno i miei ringraziamenti. Sappiate che, anche se non sono riuscita a scrivere in questo ultimo mese, ho sempre letto i vostri commenti e sono stati proprio loro a farmi rimanere entusiasta e propensa a tornare qui alla scrittura! 💛

A prestissimo, con nuovi contenuti! ^_^


32 comments

  1. È un bellissimo post, Diana, ed è davvero sconvolgente che richiami la mia semplice filastrocca di oggi. Sì, il tempo dovremmo gestirlo al meglio perché è prezioso e non torna. Buona notte.
    sinforosa

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille cara! Hai visto, anche io sono rimasta stupita quando ho letto il post sul tuo blog! :3 Il tempo è davvero una strana costante, reale o irreale che sia. Comunque sono d'accordo con te, si tratta davvero di vivere ogni istante.
      Buonanotte a te, un abbraccio! ^_^

      Delete
  2. Cara Diana, questo post ci esalta a vivere veramente la vita!!! La vita è troppo bella pre trascurarla.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai del tutto ragione Tomaso, chi più di te può dirlo!
      Grazie mille, buona domenica anche a te!
      Un abbraccio! ^_^

      Delete
  3. Bentornata!
    davvero il tempo bisogna imparare a gestirlo bene...il tempo è la nostra vita.
    Non lasciarsi triturare dall'ingranaggio della quotidianità è un diritto che dovrebbe essere prioritario mantenere.
    Che meraviglia la foto con l'arcobaleno!
    Buona Domenica!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille Giovanna!
      Hai colto davvero ciò che intendevo dire nel mio post! Hai ragione, dovrebbe essere proprio un diritto! Parole da non sottovalutare.
      Un abbraccio e buona domenica! ^_^

      Delete
  4. Cara Diana, hai proprio ragione ma, certe volte non riusciamo a far a meno di farci travolgere dagli impegni e dallo stress. Però dovremmo imparare a pensare un pò anche a noi e cercare di ritagliarci del tempo per far ciò che più ci piace e ci interessa perchè, va bene il lavoro, ma un pò di tempo per noi ci vuole e te ne accorgi, soprattutto, quando gli anni passano e incominci a guardarti indietro e a chiederti "Cosa ne ho fatto della mia vita ?" . Meglio non avere rimpianti. Buona domenica e ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. È vero, a volte è proprio inevitabile. L'importante, come dici tu, è ritagliarsi sempre del tempo per noi stesse ed evitare assolutamente i rimpianti, che devono essere una cosa bruttissima. Bisogna sfruttare ogni istante nel modo che preferiamo, così da evitare di fare quella fine!
      Grazie per il tuo commento, buona domenica, un abbraccio!!

      Delete
  5. ....bentornata Diana! ....direi che l'arcobaleno riassume il senso del tuo post alla perfezione!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie mille Angela! Hai colto pienamente il senso..d'altronde, le tue foto parlano da sole e sono fra le più belle della blogsfera!
      Un abbraccio!

      Delete
  6. Mi sono dimenticata di dirti che le foto sono bellissime e danno un senso di pace,soprattutto quella dell'arcobaleno .
    E mi sono anche dimenticata di dirti BENTORNATA ! Ciao

    ReplyDelete
  7. Bentornata! Proprio un paio di giorni fa ero tornato qui a vedere se mi fossi perso qualcosa, e invece eri in pausa, ma va benissimo così, il mondo reale a volte ci inghiotte, ma imparare a staccare è fondamentale.
    Ti abbraccio :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie davvero, gentilissimo! Sì, prendersi il proprio tempo è essenziale per non soccombere alla frenesia quotidiana. Spero che sia stata una pausa isolata, sono determinata a continuare a far vivere questo angolo di cultura! ^_^
      Un abbraccio!

      Delete
  8. Ci insegnano di tutto ma non come organizzare il quotidiano. Abbiamo bisogno di dedicare del tempo tutto per noi al fine di poter caricare le batterie e poter gestire il tutto al meglio. Bel post. Ciao

    ReplyDelete
    Replies
    1. Un'ottima considerazione la tua, cara! Sono d'accordo, spesso ho pensato a quanto la scuola dovrebbe, insieme a tutte quelle discipline tanto importanti, insegnare anche a vivere o perlomeno a sapersi gestire. Sono cose fondamentali che troppo spesso vengono trascurate.
      Ti ringrazio, un abbraccio!

      Delete
  9. Hai proprio ragione, la vita quotidiana con i suoi stress conduce lontano da sè stessi, ci "disperde", e spero che tutto questo correre in cui ti sei trovata nei mesi passati abbia almeno dato buoni frutti 😉 . Che bello e significativo il ponticello nel bosco.
    Sull'essere e ascoltare sè stessi, sfondi una porta aperta. Ho scritto spesso negli ultimi mesi su questo argomento, e in un certo senso, anche ultimamente. L'Anima chiama, cerca di ricondurci a sè, vuole recuperare la guida di una mente finita in balia del controllo di altri, di convinzioni, o di situazioni, di eventi, di necessità, ecc.. ecc....
    Il tempo speso nel conoscere, essere e ascoltare sè stessi, nel soddisfare le proprie vere esigenze, nel vivere realmente la vita tenendo ben salde le redini, è tempo speso bene.
    Un abbraccio :*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il tuo commento mi scalda il cuore cara! Ho pensato di non essere stata abbastanza determinata nel ritagliarmi il mio tempo ma..ho constatato in seguito che succede proprio a tutti. L'importante è non lasciarsi rapire, mai! Hai ragione, una parte di noi tenta sempre di richiamarci a noi stessi, l'unica cosa che dobbiamo fare è ascoltare (anche se molte volte è più semplice dirlo che metterlo in pratica).
      Per quanto riguarda il tempo, ancora ne ho da recuperare i frutti non sono ancora maturi per essere colti. Ma continuo a metterci tutta la mia buona volontà sperando di ottenere presto dei bei risultati.
      Grazie, un abbraccio forte!

      Delete
  10. Beh, bentornata! Abbiamo avuto un periodo davvero simile: anche io tornato da poco, e scomparso per "vivere la vita", anche con stanchezze varie e stress, ma ci sta.
    Quindi ti capisco davvero. L'importante è, poi, tornare :)

    Moz-

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai detto bene, tornare è la cosa fondamentale! Non solo qui sul blog ma anche a noi stessi. Sono giunta alla conclusione che "troppa quotidianità" non faccia proprio bene alla salute! (Evviva i nostri angoli di scrittura online!) :D

      Delete
    2. Ahah, ogni tanto ci vuole, diciamo a periodi... poi distrae troppo XD

      Moz-

      Delete
  11. Ben tornata! Il ritmo troppo frenetico non fa apprezzare nessuna cosa che si fa, ma in certi momenti limitati ci può stare, anzi magari va bene così.
    Poi non so come fanno quelli che fanno di tutto, sono dappertutto e sembrano del tutto tranquilli e rilassati...boh per me incomprensibili.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ti ringrazio! Sicuramente è così, ma in generale concordo, troppo iperattivi e sempre ovunque..non saprei nemmeno io come! Mettici anche il mio perdere interesse relativamente presto per determinate cose e via! Non staremo abbastanza "sul pezzo"?! Chissà!

      Delete
  12. Bentornata cara! Il tuo post fa molto riflettere, e io sono d'accordo con te. In realtà quasi invidio le persone molto attive ma, per quanto mi riguarda, nei periodi di maggiore attività io soffro per il solo fatto che non riesco a pensare. Essendo una persona introversa, ho bisogno di tempo da dedicare a me stessa e alla mia vita interiore, e quando non posso farlo impazzisco. Purtroppo a volte la vita lo impone, ahimè.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mille grazie cara! Siamo in due, anche per me è la stessa cosa. O almeno, se devo avere un periodo movimentato, lo preferisco controllato o previsto insomma! Conta che in questi giorni anche il fatto di non essermi potuta sedere alla scrivania per più di una mezz'ora mi ha dato un senso di vuoto interiore non indifferente! Hai ragione, a volte la vita lo impone, ma l'importante, ribadisco, è tornare sempre a sé!
      Un abbraccio cara! 💛

      Delete
  13. Ben trovata Diana e anche ben tornata. Sono andata a spasso per il tuo blog e devo farti i miei complimenti. Credo che tornerò spesso a curiosare qua e là perché ho scoperto molti argomenti interessanti.
    Ciao
    Stefania

    ReplyDelete
  14. Oh! Rieccoci qui! Post bellissimo come al solito!
    Anche io sono spesso stressato negli ultimi periodi e ho tanti impegni, però per fortuna riesco a dedicare spesso del tempo a me stesso e ai miei pensieri: sono i momenti migliori della giornata, che siano dedicati a leggere un libro per pura voglia di farlo, rimettere a posto una vecchia bicicletta in cortile o scrivere e commentare qui nella blogosfera. Tutti momenti personali che richiedono però il massimo impegno ma, nonostante questo, a fine giornata non mi fanno essere stanco, ma anzi molto eccitato e soddisfatto!

    ReplyDelete
  15. Un abbraccio cara Diana e bentornata fra noi.

    Buon fine settimana.

    Rosy

    ReplyDelete